Che cos'è l'acido mandelico? E' vero che è il migliore alleato della nostra bellezza?
 
L’acido mandelico appartiene alla famiglia degli alfa idrossiacidi ed è derivato da un estratto di mandorle amare.
 
A differenza di altri acidi utilizzati in cosmesi e in estetica (acido glicolico, acido piruvico etc.) ha molecole più grandi e quindi una capacità di penetrazione inferiore.
 
Esercita la sua azione in superficie per cui è stato definito come un peeling della pelle.
 
Non è fotosensibilizzante, si può utilizzare tutto l'anno, ha caratteristiche anche antibatteriche ed è in grado di intervenire su molti inestetismi della pelle (acne, macchie, rughe).
 
E' molto utile soprattutto al rientro dalle vacanze.
 

Perché è molto utile al rientro delle vacanze?

 
Con l'esposizione solare la pelle perde di idratazione, luminosità ed elasticità.
 
La pelle abbronzata tende a perdere l'abbronzatura, lasciando alcune zone più scure di altre.
 
Un trattamento all'acido mandelico è in grado di restituire la giusta idratazione alla pelle, purificandola e rendendo così l'incarnato più luminoso e compatto.
 
L’acido mandelico è un trattamento che va necessariamente svolto in centri estetici specializzati, evitando quindi il "fai da te".
 
L’acido mandelico viene lasciato in posa per una ventina di minuti.
 
L’effetto è subito riscontrabile, già dopo le prime due sedute ma per un effetto duraturo sono necessari 5/6 sedute a cadenza settimanale.
 
Dopo aver svolto il trattamento è importante utilizzare un prodotto specifico di qualità per la cura domiciliare dato che la pelle, una volta ripulita, risulterà anche più sensibile ad eventuali sostanze dannose presenti nei prodotti più commerciali.
 
JBC Jasmine Beauty Clinic di Montecchio Emilia ha formulato un protocollo specifico per ogni tipologia di pelle basato su sedute di acido mandelico.